Come scegliere le forbici per potature

Come scegliere le forbici per potature

Esistono diverse tecniche di taglio e scegliere le giuste forbici per potature non è così semplice come possa apparire.

Spesso si fa molta confusione fra i vari modelli di forbici per potature e si corre il rischio di acquistare un prodotto non adeguato alle proprie esigenze o al proprio grado di esperienza.

Potare le piante significa prendersi cura della loro crescita e consentirne uno sviluppo sano e rigoglioso. Sia essa intensa o minima, la potatura è altresì indispensabile per la prevenzione di molte malattie che possono colpire le piante o per conferire un aspetto ornamentale al proprio giardino.

In commercio, specialmente online, su Gogoverde.it si possono scegliere moltissime forbici per potature, ma il primo passa da compiere è quello comprendere le differenze tra le varie forbici per potature, in modo da poterle adattare all’uso a cui sono destinate, alla grandezza della propria mano, al proprio livello di esperienza e naturalmente al prezzo che si è disposti a spendere.

Forbici per potature a cricchetto o a doppio taglio

Quando bisogna scegliere una forbice per potature occorre aver chiara la differenza tra i due modelli più comuni.

A tal fine, è bene capire da distinzione fra forbici per potature a cricchetto e forbici per potature a doppio taglio.

Le prime sono forbici molto versatili e principalmente adatte per il taglio di rami duri e secchi. Il meccanismo a cricchetto consente di distribuire la forza durante l’operazione di taglio, in modo da renderlo agevole e da non richiedere eccessiva pressione. Per tali ragioni la forbice a cricchetto viene rivolta alle donne, a coloro che non dispongono di molta forza ed in generale a chi non pratica potature impegnative ed in maniera professionale.

Inoltre, le forbici a cricchetto sono più economiche ed ideali per molte specie, come alberi da frutto, piante legnose ma anche quelle più delicate come ortensie o glicine.

Diversamente, le forbici per potature a doppio taglio consentono di eseguire potature nette, conformate al tipo ramo, così da assicurare una veloce cicatrizzazione. Questo tipo di forbice viene maggiormente rivolta per uso più professionale e si presta molto bene per le potature su piante boschive o per realizzazioni ornamentali.

Le Forbici Elettriche per Potatura: un concentrato di tecnologia

Le forbici elettriche di norma vengono utilizzate per tagliare rami anche consistenti (fino a 3 – 3,5 cm circa) con un minimo sforzo, riducendo di molto i tempi di lavoro rispetto alla potatura manuale, diminuendo anche la fatica da parte dell’operatore, particolare non di poco conto.

Infatti in passato, con altre tipologie di forbici, era sovente che si manifestasse il problema del tunnel metacarpale. Con le forbici elettriche questo problema non si manifesta.

Caratteristiche Tecniche

Un paio di forbici elettriche professionali possono pesare mediamente 800-1000gr, mentre la batteria, che viene trasportata in uno specifico gilet, zaino o marsupio (di norma fornito in dotazione), si ricarica in 5-6 ore e consente di lavorare per circa 2 giornate.

Alcuni modelli sono ideati affinché la batteria sia inserita in un’apposita custodia da fissare al cinturone.

Alcuni modelli prevedono diverse modalità di utilizzo:

  • “servo assistita”, che predilige il controllo del taglio;
  • “ad impulsi” che preferisce la velocità di esecuzione e quindi il volume di lavoro sarà maggiore.

Grazie alla possibilità di cambiare le testine da taglio, ogni lavoro sarà certosino e con il minimo sforzo.

Potature con forbici ad aria compressa

In alcuni casi la potatura intensa richiede forbici particolari, dotate di un apposito sistema pneumatico. Questo è il caso delle forbici ad aria compressa, molto in uso nel caso di potature su vigneti, edere o ulivi.

Il vantaggio di questo genere di forbici è quello di permettere il taglio di rami alti senza l’impiego di scale, visto che possono essere raccordate con tubi telescopici.

Tuttavia, queste forbici presentano il disagio del rumore e della costante compressione, per cui necessitano un motocompressore portatile.

Il modello in questione, così come per le forbici elettriche, è rivolto a chi esegue lunghe potature professionali e ha la necessità di velocizzare il proprio lavoro.

Inoltre, le forbici per potature ad aria compressa sono ideali per giardini verticali, per varie piante rampicanti e pergolati.

Esse richiedono una certa dose di esperienza e la dovuta attenzione, poiché non è infrequente che in caso di potature su frutteti o alberi di ulivo possano incastrarsi su rami già recisi.

Fonte: Come scegliere le forbici per potature

Lascia un commento