Il cavolfiore viola che diventa una buona vellutata

Il cavolfiore viola che diventa una buona vellutata
Scritto da Giuseppe Capano il Appena hanno visto sul banco del mercato un cavolfiore così colorato i bimbi non hanno voluto sentire storie e hanno preteso di portarselo a casa per preparare qualche manicaretto, o meglio per farlo preparare al cuoco di turno personale che hanno in casa!
In effetti abituati al cavolfiore normale di colore bianco o leggermente giallognolo il colore viola con tendenze rosa colpisce chiunque si trovi a passare di fronte e la voglia di saperne di più è forte, sia dal punto di vista della sua particolarità orticola, sia dal punto di vista del gusto.

Il cavolfiore arrivato a casa ha trovato per caso due compagni di un colore molto simile, il cavolo rosso e la cipolla rossa, così la voglia di sommare le loro caratteristiche è diventata scelta obbligata.
E siccome faceva un freddo non da poco, era ora di cena e non si aveva voglia di altro la trasformazione in una intrigante vellutata dal colore rosa viola è stato lo sbocco naturale.
Che poi ad aver avuto anche delle patate viola l’effetto sarebbe stato ancora più esplosivo in termini di colore finale, ma tutto sommato possiamo accontentarci.
Abbiamo poi accompagnato la nostra crema vellutata con due piacevoli elementi valorizzanti che hanno reso più buono il tutto.
I classici crostini di pane, nel nostro caso un’ottima pagnotta di pane toscano senza sale tagliato in cubetti, condito con olio sempre toscana e della maggiorana secca.
Insieme ho aggiunto all’ultimo dei semi di canapa decorticati che oltre ad aver portato delle super sostanze di salute hanno reso più carino il piatto finale con il loro effetto decorativo.
Detto questo passo subito alla ricetta facendo un percorso un po’ inverso rispetto al solito, delle qualità organolettiche e salutistiche del cavolfiore viola ne parlerò infatti nel prossimo post così se avete voglia potete gustare subito questa calda e confortevole crema vellutata!!!

Crema di cavolfiore viola con crostini

Crema di cavolfiore viola con crostini 518

Ingredienti per 4 persone circa:

  • 2 cipolle rosse,
  • 4 foglie di cavolo rosso,
  • 6-700 g di cavolfiore viola,
  • 2 piccole patate,
  • 4 foglie di alloro fresco,
  • 4 fette di pane toscano,
  • 2 cucchiai di semi di canapa decorticati,
  • maggiorana secca,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Sbucciare le cipolle rosse e affettarle finemente mettendole in una casseruola con 3 cucchiai di olio, coprirle e rosolarle a calore dolce per 10 minuti circa.
  2. Aggiungere le foglie di cavolo rosso lavate tagliate a fette e continuare la cottura a calore basso e pentola coperta per 5 minuti abbondanti.
  3. Nel frattempo pulire il cavolfiore viola dividendolo in piccole cimette o tagliandolo in pezzi, lavarlo con molta cura, pelare le patate, lavarle e tagliarle in fette spesse.
  4. Aggiungere le due verdure alla base insieme alle foglie di alloro fresco, lasciare insaporire altri 5 minuti, coprire con 1 l di acqua e cuocere in tutto per altri 25 minuti unendo poco sale.
  5. Tagliare il pane in cubetti, condirlo con un poco di olio e la maggiorana, stenderlo in una teglia e dorarlo nel forno caldo a 180 gradi per 10 minuti circa mescolandolo ogni tanto.
  6. Togliere le foglie di alloro dalle verdure cotte e frullare finemente fino a ottenere una crema vellutata da allungare eventualmente con altra acqua e regolare di sale.
  7. Distribuire nei piatti cospargendo la superficie con i semi di canapa e accompagnare con i crostini di pane dorati.

Tags: alloro, cavolfiore, cavolo rosso, cipolle rosse, maggiorana, olio extravergine d’oliva, pane, semi di canapa
Postato in Minestre e Zuppe, Ricette senza Latticini, Ricette senza Uova, Ricette vegane | Nessun commento »

Fonte: Il cavolfiore viola che diventa una buona vellutata

Lascia un commento