Mangiare di gusto e gioia grazie alle splendide fibre

Mangiare di gusto e gioia grazie alle splendide fibre
Scritto da Giuseppe Capano il Sto finendo di scrivere la seconda edizione di un mio fortunato libro sulla cucina a basso indice glicemico in cui alla luce dei più recenti studi, la prima edizione risale a circa 6 anni fa, rivediamo alcuni elementi di fondo insieme alla brava nutrizionista che collabora alla stesura.
In realtà non ci sono grandi sconvolgimenti o nuove teorie che cambiano di molto lo scenario alimentare, si precisano e inquadrano meglio però alcuni aspetti molto importanti che possono condizionare in positivo o negativo il livello glicemico.

Tra i tanti criteri da rispettare ne voglio subito illustrare uno che da sempre mi colpisce per la sua forza lapalissiana che incredibilmente abbiamo per lungo tempo dimenticato.
Potremmo scrivere intere pagine su tutti i criteri, ma in questo caso non stareste leggendo un semplice blog per cui gli altri ve li lascio scoprire nel prossimo libro!!!
Qui brevemente vediamo invece il fondamentale e prezioso ruolo che hanno le fibre nel saper compensare al meglio gli squilibri glicemici portati dagli alimenti.
Questo avviene indistintamente sia se seguiamo una dieta corretta, sia se non la seguiamo e portiamo all’organismo un carico glicemico pesante.
Nel primo caso le fibre consentono di avere margini maggiori, lo possiamo capire meglio con un esempio molto attinente a quella che per noi Italiani è un abitudine imprescindibile a tavola, la pasta.
Nello scenario di una buona dieta a basso indice glicemico purtroppo questo tipo di alimento deve essere attentamente limitato e nei casi più estremi eliminato, il suo impatto è infatti molto forte.
Abbiamo però dalla nostra il ruolo attivo delle fibre che rallentano l’influenza glicemica del cibo una volta entrato nell’organismo.
Quindi possiamo avere margini migliori se la pasta che consumiamo è integrale e ricca di fibre di suo e se a queste fibre native sommiamo quelle del condimento.
Ad esempio invece di una semplice salsa al pomodoro un accompagnamento ricco di verdure e ortaggi stagionali in abbondanza, il che consente anche di limitare il quantitativo di pasta a persona lasciando prevalere quello degli ortaggi.
Altri accorgimenti possiamo poi adottare e magari ve li racconterò man mano, ma già questo ci lascia capire come la strada per controllare la glicemia, restare in ottima salute e mangiare di gusto e gioia è una bellissima realtà che ognuno di noi può vivere pienamente.
Grazie anche alle splendide fibre!!!

Fibra cavolo 518

Tags: cucina e salute, fibre, glicemia, indice glicemico, salute
Postato in Alimenti, Cucina e salute, Libri, Salute | Nessun commento »

Fonte: Mangiare di gusto e gioia grazie alle splendide fibre

Lascia un commento