Olio e condimenti tra cultura e cucina

Olio e condimenti tra cultura e cucina
Scritto da Giuseppe Capano il Ritorna anche quest’anno a Milano il bellissimo appuntamento con il mondo affascinante dell’olio che mi vede coinvolto attivamente fin dalla prima edizione nell’ormai lontano 2012 su un progetto che ha poi avuto molteplici diramazioni culturali.
La settima edizione di Olio Officina Festival è in programma dal’1 al 3 febbraio 2018 sempre nelle sale dello storico Palazzo delle Stelline nel centro della città di Milano, un luogo accogliente e facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici.

Il sottotitolo del festival, Condimenti per il palato & per la mente, chiarisce meglio la sua missione: puntare all’affermazione di una solida cultura dell’olio, nonché dell’aceto e di ogni altro condimento, oltre alla valorizzazione di una sana e corretta dieta alimentare intesa quale presidio di medicina preventiva e fonte di benessere.
In pratica una riformulazione dell’abituale approccio con i grassi, e, più in generale, con i condimenti in cucina che ricordo sono l’anima di gran parte delle ricette e dei piatti.
Ma la particolarità di questo festival è il vedere mescolati aspetti strettamente pratici di chi ha a che fare con la cucina, di chi si occupa di analisi e ricerca tecnica professionale, di chi produce e vende, di chi con i condimenti fa alta cultura a 360 gradi.
Il tema portante di questa edizione è “Io sono un albero” da cui si deduce come massima attenzione sarà data agli olivi insieme a tanti altri temi estremamente interessanti e qualificanti.
Tra questi si inserisce anche la mia presenza e il mio intervento di sabato 3 febbraio in mattinata per 2 distinte occasioni di confronto.
Nella prima alle ore 10.15 racconterò brevemente le mie riflessioni sul tema “Cosa succede quando l’olio incontra il cibo?” partendo dai temi affrontati in un mio amato libro scritto insieme a Luigi Caricato, ideatore del festival, “ Olio: crudo e cotto”.
Libro che se volete potete trovare comodamente a disposizione per l’acquisto nel sito dell’editore, con invio gratuito a casa, a questo indirizzo.
Dunque primo appuntamento con l’importanza di conoscere i profili sensoriali degli extra vergini prima di utilizzare l’olio in cucina, a crudo e in cottura.
Più tardi invece alle ore 12.30 in occasione di uno speciale collegamento con la Spagna parteciperò a un confronto sul tema “Dal panel test degli oli al panel test per approntare un codice degli abbinamenti”.
Un tentativo a più voci per andare oltre l’assaggio degli oli fine a se stesso, pensando all’olio extra vergine di oliva applicato ai vari alimenti.
Se sabato siete a Milano pensateci a fare un salto, potremmo anche scambiare due chiacchiere personalmente!!!

Logo oof 2018 518

Tags: festival, food festival, olio e salute, olio extravergine d’oliva, olio in cucina
Postato in Eventi, Food Festival, Mondo alimentare, Olio-Cibo | Nessun commento »

Fonte: Olio e condimenti tra cultura e cucina

Lascia un commento