Quiche alla zucca e ricotta: la ricetta della torta salata con la zucca

Quiche alla zucca e ricotta: la ricetta della torta salata con la zucca

La quiche o torta salata alla zucca e ricotta è una ricetta semplice e genuina: un guscio di pasta brisè con un ripieno delicato e cremoso a base di zucca, ricotta e formaggio. Si presenta come un’ottima idea svuotafrigo, per utilizzare la ricotta o il formaggio avanzato, insieme ad una purea di zucca, che è un must della cucina autunnale. Nella ricetta che vi propongo ho aggiunto al ripieno il fiordilatte, ma potete scegliere anche la scamorza o un altro tipo di formaggio che non sia acquoso, perché potrebbe rilasciare liquidi in cottura. Un’alternativa originale, se volete stupire gli invitati a cena, è quella di realizzare tante piccole quiche alla zucca, per servire dei finger food perfetti per l’aperitivo.

Come preparare la quiche alla zucca e ricotta.

Lavate e tagliate a cubetti la zucca, cuocetela in padella con un po’ d’olio, aglio (1) e aggiungete un bicchiere d’acqua ed il rosmarino. Fate cuocere con il coperchio per circa 20 minuti, finché la zucca non sarà ammorbidita (2). Una volta cotta, spegnete il fuoco,  e frullate la zucca con il mixer a immersione (3).

In una ciotola, mescolate l’uovo con il parmigiano grattugiato(4), aggiungete la ricotta, la purea di zucca ed amalgamate gli ingredienti(5). Srotolate la pasta brisè con la sua carta forno su di una teglia rotonda. Sul fondo della pasta brisè posizionate il fiordilatte tagliato a cubetti (6).

Versate il ripieno alla zucca e ricotta e richiudete i bordi della pasta brisè (7). Spennellateli con un po’ di latte (8)e poi infornate in forno ventilato a 170 ° per 40 minuti. Una volta sfornata la vostra quiche alla zucca e ricotta, fatela freddare prima di tagliarla a fette (9).

Consigli.

  • La purea di zucca non deve risultare troppo liquida, perché altrimenti la pasta brisè, trattenendo i liquidi, non riuscirebbe a cuocere per bene.
  • Al posto della ricotta, potete utilizzare la robiola o un formaggio cremoso. Inoltre, per dare carattere al ripieno, potete aggiungere qualche cucchiaio di gorgonzola.
  • Se preferite, invece della pasta brisè potete utilizzare la pasta sfoglia.

Varianti.

Quiche alla zucca e bieta.

Per realizzare la torta salata con zucca e bieta vi occorrono pochi e semplici ingredienti: 1 rotolo di pasta brisè o pasta sfoglia, 400 gr di zucca tagliata a pezzi, 200 gr di bietole, 2 uova, 30 gr di parmigiano grattugiato, 50 ml di latte, olio evo q.b., 1 spicchio d’aglio. Fate rosolare lo spicchio d’aglio in padella con un po’ d’olio. Aggiungete la zucca, un bicchiere d’acqua, e fate cuocere per circa 30 minuti. Mentre la zucca si ammorbidisce, fate cuocere la bieta in padella con un filo d’olio per circa 10 minuti. Scolate l’acqua in eccesso, e condite con il sale. Una volta cotta la zucca, frullatela con il mixer ad immersione. A questo punto, in una ciotola a parte, rompete le uova, aggiungete il parmigiano, sale, pepe, il latte e la purea di zucca, dopodiché mescolate. Stendete la pasta brisè con la sua carta forno sul fondo di una teglia rotonda, posizionate sul fondo la bieta, aggiungete la purea di zucca. Richiudete i bordi della pasta brisè, spennellateli con un po’ di latte e fate cuocere in forno a 170°per 40 minuti.

Fonte: Quiche alla zucca e ricotta: la ricetta della torta salata con la zucca

Crostata di pere: la ricetta del dolce morbido

Crostata di pere: la ricetta del dolce morbido

Facile 45min Per 10 persone kcal 244

ingredienti

Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La crostata di pere è un dolce da colazione e merenda molto invitante e genuino. In assoluto si può dire che, come tutte le crostate, rappresenta l’Italia in tutta la sua bellezza. Si usano, infatti, una confettura di marmellata fatta in casa e la frutta dell’orto per guarnire per preparare una squisitezza che vi conquisterà proprio per la semplicità. 

Come preparare le crostata di pere.

Mettete la farina a fontana in un contenitore (1) e aggiungete il burro tagliato a pezzetti ed ammorbidito (2). Mettete lo zucchero (3). 

Aggiungete i tuorli (4) e la scorza di limone grattugiata (5). Lavorate con le mani (6) prima nel contenitore poi trasferitevi nel piano di lavoro. 

Formate una palla che farete riposare in frigorifero per 30 minuti. Riprendete la frolla e stendetela in un piano su carta forno (7). Con l’aiuto di un mattarello infarinato stendete la pasta (8) e rendetela sottile (9). 

Imburrate uno stampo per crostata e rovesciate la frolla distesa (10) aiutandovi a staccarla con la carta forno (11). Tagliate i bordi in eccesso (12). 

Bucherellate con una forchetta la base della crostata (13) e aggiungete la marmellata (14). Fate uno strato di confettura e livellate con una spatola se la superficie vi sembra non omogenea (15). 

Intanto lavate le pere e dividetele prima a metà (16) e poi a fette sottili (17) ricordandovi di sbucciarle. Cospargete la crostata con la frutta tagliata (18). 

Cercate di dare un senso ordinato alla vostra crostata seguendo la stessa linea con le fettine di pere (19). Cospargete con lo zucchero (20) e infornate a 180° per 40 minuti (21). 

Consigli.

Non lavorate troppo a lungo la frolla perché il burro si scalda facilmente con le mani e se poi in casa fa caldo dovrete stare ancora più attenti. Inoltre potete decorare la vostra crostata di pere anche con zucchero a velo in superficie quando è già calda in modo che lo assorbirà subito. Ovviamente dovrete evitare di spolverizzare con zucchero semolato prima della cottura.

Varianti.

Ci sono molte altre soluzioni per gustare questo dolce: per esempio è ottima la crostata di pere e ricotta come la rinomata pere e cioccolato. Se siete amanti delle creme allora potete sostituire la marmellata con una pasticciera semplice al limone.

Conservazione.

La crostata di pere si conserva per massimo due o tre giorni in frigorifero, meglio se conservata in un contenitore ermetico per alimenti.

Fonte: Crostata di pere: la ricetta del dolce morbido

Melanzana sott’olio: 3 ricette per questa classica conserva

Melanzana sott’olio: 3 ricette per questa classica conserva

La melanzana sott’olio è una delle conserve maggiormente preparata e diffusa in tutta Italia. Si tratta di una ricetta classica, che permette di conservare le melanzane per tutto l’inverno, e di gustarle per tutto l’anno. La ricetta è semplice, anche se ogni regione ha la sua tradizione e il suo modo per mettere le melanzane sott’olio.

La melanzana sott’olio è un antipasto molto gustoso e versatile, che si presta molto bene anche come contorno o farcitura per bruschette. Si tratta di una tipica preparazione casalinga dal gusto unico e irresistibile che ha fatto la storia nel Sud Italia, dove la pianta cresce rigogliosa e abbondante. Tra le più apprezzate, ci sono le melanzane sott’olio alla calabrese e le melanzane sott’olio alla napoletana.

Come per ogni conserva preparata in casa, bisogna avere molta pazienza e prestare attenzione a ogni fase di lavoro, per evitare il rischio di contaminazioni da botulino.

Quale melanzane scegliere per fare la conserva

Le melanzane più adatte per fare la conserva sott’olio sono quelle più mature e senza semi. Per fare la conserva sott’olio vanno bene sia quelle tonde, più dolci, oppure quelle allungate, che si rivelano un po’ più piccanti delle prime.

Come sterilizzare i barattoli

Per quanto riguarda la sterilizzazione, come ben sapete, non si deve scherzare, in quanto si rischiano intossicazioni molto pericolose.

  1. Assicuratevi dunque di aver ben sterilizzato in acqua bollente per almeno un’ora i vostri barattoli e di aver comprato tappi nuovi;
  2. Quando i barattoli saranno sterilizzati, lasciateli asciugare su un canovaccio pulito e poi riempiteli subito con le melanzane;
  3. Una volta riempiti, chiudeteli con i tappi a vite e rimetteteli in una pentola capiente piena d’acqua, avvolti da stracci, e lasciateli bollire per 30 minuti.
  4. Lasciateli raffreddare nell’acqua e poi asciugateli, verificando che il tappo faccia il classico “click clack”, segno di un sottovuoto avvenuto correttamente;

3 ricette per preparare la melanzana sott’olio

Ricetta melanzane sott’olio

Ingredienti:

  • Melanzane;
  • Sale grosso;
  • Aceto,
  • Aglio;
  • Olio;
  • Menta;
  • Peperoncino;

Preparazione:

  1. Mondate le melanzane e tagliatele a listarelle, quindi sistematele in una ciotola. Cospargetele con il sale grosso e lasciatele riposare per circa 8 ore.
  2. Private le melanzane dell’acqua che avranno rilasciato e strizzatele.
  3. Portate ad ebollizione acqua e aceto e cuocete le melanzane per poco più di 2 minuti.
  4. Lasciatele raffreddare e strizzatele nuovamente.
  5. Preparate gli ingredienti per condirle: aglio, olio, menta e peperoncino.
  6. Sterilizzate i vasetti di vetro e sistemate le melanzane al loro interno. Aggiungete infine l’olio extravergine, il peperoncino, l’aglio e la menta.

Melanzane sott’olio alla calabrese

Ingredienti:

  • 3 chili di melanzane lunghe nere;
  • 5 spicchi d’aglio;
  • Origano;
  • Peperoncino fresco a pezzetti;
  • 2 Litri di aceto di vino bianco;
  • 75 gr. di sale fino;
  • Olio extravergine di oliva:

Preparazione:

  1. Mondate le melanzane e tagliatele a fette alte 4-5 mm nel senso della lunghezza e dividerle a metà nel senso della larghezza. Ritagliarle a listarelle. Salarle accuratamente con sale fino avendo cura che tutti i pezzi siano raggiunti dal sale;
  2. Mettete le melanzane in uno scolapasta, copritele con un piatto o un coperchio, e metteteci sopra un peso;
  3. Lasciatele spurgare per 24 ore;
  4. Strizzare bene le melanzane, mettetele in una pentola e coprirle con l’aceto bianco;
  5. Lasciare di nuovo 24 ore a riposare;
  6. Strizzatele molto bene e mettetele in uno scolapasta coperte con un piatto o un coperchio ed un peso sopra;
  7. Lasciare così per qualche ora per eliminare l’aceto in eccesso;
  8. Mettete le melanzane in una insalatiera capiente e conditele con aglio, peperoncino e origano. Mescolate per bene;
  9. Dopo aver sterilizzato i barattoli, invasate immettendo nel barattolo piccole quantità per volta, avendo cura di premere molto bene le melanzane prima di mettere le successive;
  10. Coprite le melanzane alla calabrese con dell’ olio extravergine di oliva e chiudere con il coperchio.

Melanzane sott’olio alla napoletana

Ingredienti:

  • Melanzane;
  • 1 Peperone piccolo;
  • Aglio;
  • Origano fresco;
  • Acqua q.b.;
  • Aceto di vino bianco q.b.;
  • Olio extravergine di oliva q.b.

Preparazione:

  1. Lavare accuratamente le melanzane, asciugarle e privarle completamente della buccia. Tagliarle prima a fette di uno spessore non superiore a circa 1 cm, e poi successivamente a fiammifero;
  2. Ricoprire le meloanzane con abbondante sale grosso e chiuse all’interno di un canovaccio su cui verranno messi dei pesi;
  3. Attendere una notte e far spurgare le melanzane;
  4. Il giorno seguente, preparare una pentola con acqua e aceto e posizionarla sul fuoco;
  5. In attesa che inizi a bollire, lavare le melanzane precedentemente messe sotto sale, asciugarle con attenzione e calarle nell’acqua e aceto bollente. Lasciar cuocere per pochi minuti;
  6. Togliere le melanzane dal fuoco e disporle su un canovaccio. Ripetere l’operazione precedente in cui verranno disposte in un canovaccio che verrà chiuso con forza e su cui verranno poggiati nuovamente dei pesi; Attendere alcune ore che scolino;
  7. Una volta che le melanzane saranno totalmente asciutte, potrete suddividere i filetti nei vari vasetti di vetro, a cui viene aggiunto l’olio extravergine d’oliva, l’aglio, l’origano e dei filetti di peperone rosso, precedentemente tagliato a listarelle;
  8. I barattoli possono essere chiusi e messi in dispensa;

Fonte: Melanzana sott’olio: 3 ricette per questa classica conserva